Celebrity Interview: Elisabetta Pellini eccellenza italiana tra cinema e fiction

Articolo di Manuel Mancini

Elisabetta Pellini, attrice italiana, una donna acqua e sapone, precisa, sensibile, malinconica, solare. Così la definiscono i suoi amici, che rivelano il suo punto debole: le unghie che ha sempre rosicchiato. Come pregi? E’ molto romantica, non riesce a portare rancore per troppo tempo, non ama le vendette e ama la serenità; come difetti? E’ troppo istintiva e poco diplomatica.

Come nasce la sua passione per la recitazione?

«Avevo 5 anni quando ho fatto il mio primo saggio di danza classica al teatro Impero di Varese. Lo scricchiolio degli assi, il palco, la dura preparazione e finalmente il risultato da mostrare a chi più ami. Poi i film che mi hanno tenuto compagnia nelle giornate uggiose. Da quel momento ho deciso che il mio più grande sogno era il cinema: recitare, interpretando personaggi spesso diversi da me, che mi hanno portata a vivere per finzione vite impensabili. Scrivere storie, creare personaggi e dargli vita. Girare e impostare il modo di presentare una storia che trasmetta emozioni e non annoi. Poi mio padre (Oreste Pellini, ndr) amava il cinema e ha fatto con i fratelli Castiglioni due documentari prodotti da Alberto Grimaldi in Africa (Africa Ama e Africa Segreta) e lui mi ha trasmesso la passione per la fotografia, i viaggi».

Fra i vari personaggi che ha interpretato nel corso della sua brillante carriera ce nè uno in particolare che si sente vivo nei ricordi?

«Ho interpretato personaggi di donne diverse, dalla commedia al drammatico, e son diventate tutte mie amiche. I ruoli che interpreto diventano personaggi paralleli, amici che poi quando finiscono i film, ti lasciano una bella esperienza anche di vita. Ho fatto alcuni film all’estero: in Africa, Polonia, Kurdistan, e li oltre al film che stai girando, fai anche una esperienza di vita importante, conoscendo e confrontandoti con culture diverse. Lavorare fuori Roma, ti porta anche a vivere di più il set».

Predilige ruoli drammatici o divertenti?

«Son due mondi diversi. La commedia è più difficile e tecnica; il drammatico attingi a delle emozioni forti e le rielabori. Mi piacciono entrambi, ma vorrei poter fare più ruoli di commedia perché amo l’ironia e le sfide».

Il suo esordio alla regia è diventato subito un successo. Presentato nei maggiori festival nazionali e internazionali: come si è trovata a dirigere degli attori per la prima volta?

«Amo la regia. E’ stato il mio esordio, ma è stato molto bello e son felice di averlo fatto affiancata da grandi professionisti che mi hanno aiutata al meglio. Ringrazio il mio Dop Blasco Giurato, il mio aiuto regista Giovanni Dentici; il mio montatore Ugo de Rossi; il mio scenografo Beppe Mangano; il mio musicista Savio Riccardi. Ringrazio il paese Santo Stefano di Camastra, in Sicilia , dove ci hanno accolto con generosità. Ringrazio gli attori protagonisti Milena Vukotic, Andrea Roncato e Bianca Nappi, che si son affidati a me e alla mia regia, dove ho curato moltissimo la recitazione e i movimenti di macchina in modo che tutto fosse armonico. Credo che una grande squadra ti permetta di fare delle cose belle. Bisogna aver l’umiltà di ascoltare tutti e poi decidere per il meglio. E la grande esperienza insegna e unisce in bellissime amicizie, che terrò nel cuore, legati a una esperienza speciale, per tutta la vita».

Di recente ha ricevuto un riconoscimento speciale ai castelli romani…«Si son stata molto felice. L’idea del film Selfie Mania è mia, ma io ho sviluppato solo l’episodio italiano “L’Amore nonostante tutto” che ha vinto come film sociale a Forte dei Marmi il premio Apoximeno; il festival di Siena Terra di Siena film festival; e ha partecipato al festival di Venezia, nello spazio dedicato a Fellini. Ora aspettiamo che partano altri festival e poi speriamo che riaprano i cinema “… comunque i sogni e le emozioni continuano a farci compagnia”».

Manuel Mancini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...