Perché mostrare la propria obesità viene visto come un messaggio sbagliato?

LA CANTANTE LIZZO ATTACCATA PER LE SUE FOTOGRAFIE

Articolo di redazione: a cura di Alessandra Saltalippi

Negli ultimi giorni si sta parlando molto della cantante e attrice Melissa Viviane Jefferson (in arte Lizzo). A smuovere l’opinione pubblica sono state le foto che Lizzo ha pubblicato sui canali social, le quali ritraggono, senza vergogna (giustamente), ogni sua rotondità.

A parte alcuni video provocatori presenti nella sua pagina Instagram, che potrebbero accendere qualche sensato dibattito, bisogna chiedersi come si possa essere così scandalizzati dal fatto che una persona pubblica una foto che ne ritrae anche la sua obesità. Bisogna precisare che non si vedono parti del corpo sensibili, appare né più e né meno di quello che si vede in quasi tutti i profili Instagram di molte influencer.

Ma allora perché all’opinione pubblica provoca un tale fastidio vedere quelle immagini? Un’opinionista ha spiegato il suo disgusto dicendo: “Non è sana una persona così tanto in sovrappeso e non dovrebbe diffondere il messaggio che essere grassi è bello.” Dire che se una persona obesa pubblica una foto che mostra le sue forme significa che sta comunicando al mondo “diventate tutti grassi perché è bello!” è come dire che una ragazza che si scatta una foto, in un periodo in cui ha i capelli molto lunghi, sta comunicando al mondo “fatevi crescere i capelli”. Si è confuso ciò che una persona è con ciò che quella persona reputa giusto e bello.

Siamo così abituati a vedere nei social media il lato più bello delle persone, il lato che decidono di “vendere” al mondo e ciò che pubblicizzano, che vedere una fotografia che ritrae la realtà lo scambiamo come un atto di pubblicizzazione e di esaltazione di ciò che si sta mostrando. Facendo vedere solo gli aspetti migliori di noi, è come se ognuno di noi fosse diventato un negozio e il nostro profilo social fosse la vetrina che ci mostra al mondo. Appena nella vetrina di qualcuno vediamo, ad esempio, un vestito vecchio e logoro ci convinciamo che quel negozio stia pubblicizzando quanto sia bello indossare vestiti vecchi e logori.

La realtà è che noi non siamo negozi e che i social non sono una vetrina ma sono come il balcone del nostro appartamento, e se in un balcone del vicino vediamo un vestito vecchio e logoro l’unica informazione che possiamo trarne è che il vicino possiede un vestito vecchio e logoro. Non sappiamo che uso ne farà, se gli piace indossarlo o se ama i vestiti alla moda e lo userà per spolverare. Quindi se Lizzo ha pubblicato delle foto che mostrano i suoi chili di troppo, sta solo mostrando se stessa per come è. Non possiamo sapere se lei reputi bella o sana la sua immagine, possiamo solo apprezzare che si sia mostrata per come è. Infatti, il messaggio che Lizzo, grazie al progetto “Self Esteem” di Dove voleva trasmettere è “Let’s get real” che, parafrasato, vuole significare “non vergogniamoci di mostrarci per come siamo, senza applicare filtri e senza nasconderci”.

Un grazie va a Lizzo e a tutte le persone che si mostrano o si mostreranno sui social per come sono: in sovrappeso, normopeso o magrissime. Combattendo l’idea che Instagram debba essere una vetrina che espone i pezzi migliori. Facendo in modo che le persone quando riceveranno un like sapranno di essere piaciute per come sono e non di aver modificato bene la foto o aver scelto la luce giusta per coprire i difetti.

Solo così l’immagine che usiamo per “conquistare il mondo” potrà piano piano ricoincidere con la nostra immagine reale. Altrimenti, se non sovvertiamo questo sistema, ci troveremo a distruggere la nostra autostima e ad essere degli umani che preferiscono interagire tramite il loro “alias virtuale”, più accettato e più apprezzato. Vedendo la nostra immagine allo specchio solo come la brutta copia da non consegnare al professore.

Alessandra Saltalippi

Foto da Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Lizzo

La foto incriminata:

Segui la campagna di sensibilizzazione di “Dove” nei confronti dell’apparenza social:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...