C’è chi si vaccina e chi manda avanti gli altri

Articolo di Redazione: a cura di Caterina Cardaras e Alessandra Saltalippi

Il Risorgimento, – “oddio che noia parliamo di storia?” – no tranquilli, parliamo di attualità.

Nel 1858 Luigi Mercantini scriveva la poesia “La Spigolatrice di Sapri” che recitava “Eran trecento, eran giovani e forti e sono morti!”. Pensate a questi tempi, i nostri giovani, come i giovani di allora sono corsi a vaccinarsi e molti si sono accampati per ore con lo spirito positivo di chi va al concerto del suo idolo.

Il vaccino, purtroppo, ha mietuto una giovane vittima e, per questo, il dolore condiviso per la famiglia è tanto. Mentre vediamo un esercito di giovani arruolarsi per questa “guerra” vincendo le paure, ci troviamo ancora di fronte a cinquantenni che rifiutano il vaccino. Queste persone fanno sì che la paura superi lo spirito collettivo, escludendo, ovviamente, da ciò tutti quelli che sono affetti da patologie che impediscono la vaccinazione. Se la nostra patria avesse bisogno di sacrifici, dove troverebbe gli eroi? Coloro che pensano alla collettività e che correrebbero un rischio bassissimo rispetto a quello che affrontarono i giovani rinascimentali. I vili mandano avanti “gli altri” a vaccinarsi, come se “gli altri” non fossero uomini e come se “gli altri” non avessero timori.  “Vaccinatevi voi, rischiate che poi noi sfrutteremo l’immunità di gregge o almeno useremo vaccini più testati”. Magari tifano l’Italia agli europei con il vigore dei soldati, ma poi quando sono loro a dover lottare diventano codardi e disertori.

Nessuno è andato a vaccinarsi a cuor leggero, ma abbiamo tutti pensato a qualcun altro da difendere o a qualche momento di libertà da voler riconquistare. Un individuo radicato in un tessuto sociale non può pensare solo a se stesso e soprattutto non può pensare di essere così tanto più importante de “gli altri” da mandarli a lottare per lui.

Combattiamo questa guerra insieme perché gli uomini che combattevano in trincea avrebbero pagato oro per lottare con i rischi “infinitesimali” contro cui lotta chi si vaccina.

Caterina Cardaras

Foto di Spencer Davis da Pixabay

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...