Addio a Raffaella Carrà: “io ero così, senza costrizioni”.

“La mia carriera è stato un continuo sorprendermi, e questo è il massimo: gioire di una piccola o di una grande cosa significa vivere”.

Articolo a cura di Esmeralda Moretti

Raffaella Carrà raccontava così, qualche tempo fa, la propria carriera. Una carriera durata una vita, una carriera che tutti gli italiani porteranno per sempre nel cuore:

“La mia carriera è stato un continuo sorprendermi, e questo è il massimo: gioire di una piccola o di una grande cosa significa vivere”.

Nel pomeriggio di ieri si è spenta Raffaella Carrà, una delle più grandi showgirl italiane. Attrice, cantante, ballerina e conduttrice, Raffaella Carrà ha fatto crescere almeno tre generazioni di italiani.

Aveva 78 anni. La notizia della sua morte è stata data da Sergio Japino, regista della gran parte dei suoi spettacoli, oltre che suo compagno per molti anni.

Raffaella Carrà era nata a Bologna il 18 giugno 1943 e aveva debuttato il televisione nel 1961, nel contesto del programma musicale “Tempo di danza”. Di lì, la Carrà è stata protagonista dei più grandi programmi televisivi italiani, dimostrando originalità e carattere: come dimenticare quella volta in cui “sconvolse” gli spettatori scoprendo l’ombelico in televisione?

Era il 1970, il programma in questione era “Canzonissima”. Anni di cambiamento, anni che la stessa Raffaella ha poi ricordato con queste parole quando nel 2018 le è stato chiesto di raccontare il celebre evento:

“Il mio ombelico nudo veniva fuori da un completo studiato da un costumista della Rai. Ora non ne ricordo il nome. Ma le ragazze d’estate già giravano così, con la pancia scoperta e i pantaloni lunghi. Io non mi sono fatta problemi a farlo vedere in tv. Ero libera. Anche i ‘colpi di testa’ erano il segno della libertà dalla lacca, dalle sovrastrutture, dalla rigidità. Io ero così, senza costrizioni”.

Per noi ragazzi di oggi sembra sorprendente quanto “rumore” possa fare un ombelico in televisione, soprattutto perché siamo abituati alla televisione di oggi. Non dobbiamo dimenticare che nel 1970 la televisione era un luogo molto diverso. E sicuramente la libertà che Raffaella Carrà ha da sempre voluto portare in televisione è prova del sentimento di libertà che ha sempre voluto trasmettere e supportare.

Quella stessa Raffaella che appena un anno dopo, nel 1971, suscitò lo “scandalo del Tuca tuca”, che le costò la censura da parte della Rai democristiana, nonostante la canzone fosse in cima alle classifiche. La coreografia, ideata con Enzo Paolo Turchi, fu poi riproposta in un’esibizione con Alberto Sordi, così da renderla più “innocente” (dal momento che era stata giudicata eccessivamente sensuale). Ed ecco come “Tuca tuca” è diventato un tormentone. È la stessa Raffaella ad aver ricordato nel 2018 durante un’intervista rilasciata al Corriere della sera:

“Adoro il ‘Tuca tuca’ e ha una storia incredibile. Lo ballai con Enzo Paolo Turci e fu considerato troppo trasgressivo così lo cancellarono dalla televisione. Ci fu anche un articolo dell’Osservatore Romano e così lo tolsero anche dalla classifica. Dopo un po’ di tempo, una sera invitai a cena Alberto Sordi e gli feci riascoltare il ‘Tuca tuca’: fu lui a volerlo riportare in tv. E a lui non potevano dire di no”.

Nel 2020 Raffaella Carrà è stata raccontata anche anche dal Guardian, che l’ha definita “un’icona culturale che ha rivoluzionato l’intrattenimento italiano e ha insegnato all’Europa la gioia del sesso”.

Ci ha lasciato ieri una parte insostituibile di storia italiana: perché sì, la Carrà ha fatto la storia, con la sua coraggiosa creatività e con quel caschetto biondo, che nessuno di noi potrà mai dimenticare.

Immagine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...