Come procede la Transizione Ecologica?

Articolo di Marco Saracini

Nel 2020 abbiamo assistito alla polemica più grande che si sia mai vista sul recovery fund, poi tra marzo e aprile del 2021 ne abbiamo parlato di nuovo visto che bisognava decidere come spendere quei soldi. Oggi ci dovremmo chiedere perché nessuno ne parla più? Una domanda che dovrebbe farci preoccupare.

A marzo il neonato “ministero della transizione ecologica” attraverso il sito ufficiale riportò alcune dichiarazioni del Ministro Cingolani, tra le varie disse: “Abbiamo degli indicatori ormai consolidati: dobbiamo ridurre le emissioni di gas serra del 55%, arrivare al 72% di energia rinnovabile installata, abbiamo degli standard di waste cycle che sono ormai ineludibili, avere meno del 10% in discarica, una differenziazione del rifiuto di altissimo livello, oltre il 65%”.

Queste affermazioni sono molto importanti, alcuni di questi obiettivi derivano da imposizioni europee e impegni presi attraverso le COP (Climate Change Conference). La riduzione dei gas serra e l’installazione di fonti rinnovabili sono i fondamenti di tutta una procedura che dovrebbe portare alla decarbonizzazione del nostro paese. La conquista del riciclabile al 90% è un obiettivo molto difficile ma necessario, infatti meno rifiuti in discarica significherebbe un risparmio annuo per la gestione delle discariche imponente, ma soprattutto un risparmio e un guadagno assicurato dai rifiuti riciclati.

Nella comunicazione del Ministro poi si tocca il punto dei fondi che verranno stanziati, naturalmente la cifra non era ancora stabilita ma molto vicina a quella che poi venne definita, e Cingolani introdusse il discorso in questo modo: “Stiamo per lanciare una imponente azione da 70 – 80 miliardi legata al Recovery fund – spiega poi – la nostra transizione ecologica si articolerà su massicce operazioni relative al ciclo dell’acqua, al suolo, all’autosufficienza energetica dell’agricoltura. Nel settore energia dovremo seguire la road map europea e installare decine di gigawatt di potenza di natura rinnovabile, investiremo molto su tecnologie connesse all’idrogeno.  Dobbiamo gettare le basi per una società che evolva verso la decarbonizzazione dell’energia secondaria e primaria, un intervento di elettrificazione della mobilità, un massiccio intervento di forestazione e protezione dell’oro blu, l’acqua, e dei nostri bacini idrici.”

Insomma, tutti bei propositi ed entro l’estate l’Europa dovrebbe mandare i primi 25 miliardi all’Italia, l’Unione è un po’ in ritardo e si aspetta l’approvazione tra pochi giorni. Ma da marzo a oggi ci sono stati aggiornamenti in merito al come spendere nello specifico questi soldi? Vero è che la proposta che l’Italia ha inviato all’Europa si articolava in punti di spesa, ma questi punti forse dovrebbero cominciare a essere espressi.

Il ministero della transizione ecologica ha ottenuto 69 miliardi su 191, per il momento non si sa bene quali saranno le manovre per spenderli e dal ministero tutto tace. Questo forse dovrebbe indurre preoccupazione, soprattutto in vista di un possibile indirizzamento di fondi verso vie sbagliate e senza sbocco futuro.

La transizione ecologica, come già detto in precedenza, dovrà essere un cambio di mentalità e società non indifferente e dovremmo richiedere al governo (visto che noi siamo lo stato e che il suo potere è garantito dal nostro tacito assenso) più chiarezza nella spesa e una serietà (che spesso non ci appartiene) nella spesa di questi soldi. In questo periodo più che mai il mondo ci sta facendo capire che non c’è scampo all’inesorabilità degli eventi. Siamo sempre più vicini a un futuro terribile che non permetterà la vita umana sul suolo terrestre, bisogna combattere per far sì che ciò cambi.

Marco Saracini

Foto:

Leggi anche:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...