Ambiente: Cos’è l’Earth Overshoot Day?

Articolo di Marco Saracini

La giornata del superamento Terrestre è quel momento dell’anno in cui l’umanità ha consumato le risorse rinnovabili del pianeta. Da questo momento inizia un debito nei confronti del mondo, si consumano quelle risorse riserva. Ogni anno questo giorno cade sempre prima nel calendario, ad eccezione del 2020 in cui la pandemia ha fatto rallentare molto i nostri consumi.

In verità non attingiamo a delle vere e proprie riserve, la terra non ha una “riserva”, quello che iniziamo a consumare è la produzione del prossimo anno. Dove è il problema? Questa giornata simboleggia lo sfruttamento aggressivo dell’ambiente.

Il sistema Terra ha delle tempistiche di rigenerazione delle risorse, e noi non diamo tempo a queste risorse di rigenerarsi. Così facendo i terreni si impoveriscono, le risorse che li rendevano fertili come acqua e componenti chimici affrontano un viaggio che li porterà lontanissimi dal punto di origine. (Argomento affrontato in un altro articolo, Link in fondo *)

Ci sono delle soluzioni a tutto questo? Sì, ci sono molte soluzioni, ma abbiamo il coraggio di intraprendere questa strada? Uno dei motivi più grandi di consumo di risorse è lo spreco che facciamo con il cibo. Le grandi esposizioni di cibo nei supermercati sono una delle fonti primarie di spreco, infatti qui il cibo che non viene comprato verrà poi buttato in discarica. Dopodiché lo spreco avviene nel secondo passaggio di queste risorse, ovvero tutti quei locali che comprano materie prime per lavorarle e che per vari motivi finiscono per buttarle (non essere riusciti a vendere, motivi estetici, scarto di lavorazione, ecc.). L’ultimo passaggio avviene nelle nostre case, il cibo accumulato nelle dispende o nei frigoriferi è la prima fonte casalinga di spreco.

Come risolvere ciò? I supermercati invece di avere sempre tutto in esposizione potrebbero lavorare su ordinazione (così come locali, ristoranti, panetterie, ecc.), mentre nelle nostre case potremmo adottare politiche diverse, per esempio comprare giornalmente e non fare scorte a lungo termine (non siamo in guerra).

Smettere di rivolgerci all’agricoltura intensiva o agli allevamenti intensivi e rimanere sulla produzione locale, la quale ha un impatto ambientale notevolmente più basso. Eccoci al punto dolente, mangiare meno carne poiché l’impatto ambientale per la loro produzione è notevolmente maggiore, per produrre un chilo di carne bovina ci vogliono 15.415 litri di acqua, per produrre un chilo di legumi solo 50 litri. Naturalmente non solo carne ma anche pesce, poiché non tutti i pesci possono essere allevati e lo sfruttamento intensivo di alcune specie non permette la loro riproduzione.

Dobbiamo avere coraggio, il coraggio di affrontare il futuro, le avversità e combattere. Abbiamo una voce e un pensiero iniziamo ad esprimerlo, dobbiamo chiedere e mettere impegno per ottenere una previsione per il futuro migliore.

“Tu ne cede malis, sed contra audentior ito” (Non lasciarti opprimere dalle calamità, ma va loro incontro coraggiosamente / Eneide, Virgilio)

Marco Saracini

Foto di: M. Saracini

*Articolo:

Quanta acqua “mangiamo” inconsapevolmente?

Un pensiero riguardo “Ambiente: Cos’è l’Earth Overshoot Day?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...